sabato 17 febbraio 2018

RECENSIONE | "Tutti schiavi in Portogallo" di Andrea D'Angelo

Buongiorno lettori! Non so se vi ricordate, ma parecchi mesi fa per inaugurare la rubrica Biblioteche dal mondo siamo volati in Portogallo, per vedere la Biblioteca Joanina. Non sono mai stata in questo splendido paese e nell'attesa di poterlo visitare in carne ed ossa ho deciso di concedermi un viaggetto a Lisbona con la mente e il cuore grazie a Tutti schiavi in Portogallo, un romanzo di Andrea D'Angelo. Ecco i dati e la copertina, poi passiamo alla recensione!


Tutti schiavi in Portogallo
di Andrea D'Angelo
Ed: Ofelia Editrice - 169 pagine
Ebook6.49 euro - Brossura: 13.00 euro

Da qualche anno, Marta vive a Lisbona. Partita con un sogno da realizzare, si è ritrovata a lavorare in un call center, lavoro che non ama particolarmente, ma che le permette di guadagnare il necessario per vivere dignitosamente nella capitale lusitana. Tanti sono i dubbi che si affollano nella sua testa: si sente a casa in Portogallo? Perché ha accettato un lavoro che avrebbe potuto fare anche in Italia? È quello il posto ideale per realizzare il suo sogno? Una serie di storie e di eventi la tengono legata quasi indissolubilmente a Lisbona. Tra pulsioni istintive e inevitabili sbagli, Marta rincorrerà la risposta alla sua fondamentale domanda: cosa l'ha portata realmente a Lisbona?
Molto bello!

Ah, il Portogallo. Si trova nella mia travel bucket list da qualcosa come sempre e, se per il momento devo accontentarmi di visitarlo solamente con l'immaginazione, Tutti schiavi in Portogallo è un buon modo di partire. Si tratta in realtà di qualcosa che non è esattamente un'ode al Portogallo. Entriamo in modo piuttosto rapido nella mente di Marta, una persona con le giuste complessità caratteriali che comincia a farsi domande sulla sua vita all'estero. Devo confessare che mi aspettavo qualcosa di già visto, qualcosa come Da qualche parte del mondo in cui il tema del trasferimento all'estero si fa pesante come un macigno. In realtà l'immagine che emerge è estremamente soggettiva, non è un semplice punto di vista dell'autore bensì un'interiorizzazione da parte di Marta di una situazione che diventa scomoda nel suo particolare caso. Non è un paradigma, ma una specificità.

Buona l'interazione con il lettore. D'Angelo si rivolge direttamente a chi sta tenendo in mano il suo libro. Si tratta di un elemento favolistico che però qui funziona molto, è come se stesse raccontando la storia proprio a noi e non a qualcun altro. Mi è parsa una bellissima scelta narrativa, non penso di averla mai vista in un romanzo di narrativa per adulti (se escludiamo i testi scritti prima del 1920 o giù di lì), quindi per me è un assoluto punto a favore.

L'ambientazione è splendidamente resa, è una descrizione di Lisbona molto suggestiva in cui i paesaggi fisici si fondono con quelle che sono le emozioni di Marta: abbiamo modo di scoprire la città in un modo un po' differente dai racconti di viaggio e nelle stesse righe scopriamo anche la protagonista e i suoi dubbi. Non è una spiegazione strada per strada, monumento per monumento di cosa si può vedere a Lisbona, ogni scorcio viene presentato in base a come Marta lo vede e a cosa significa per lei. Mi è piaciuto moltissimo, sono rimasta estremamente contenta di questa scelta.

Anche lo stile è davvero buono. Al di là di quanto dicevamo prima sull'interazione con il lettore, D'Angelo dimostra di essere piuttosto navigato in questo lavoro. Le frasi scorrono incalzanti senza che ci sia la necessità di ricorrere a quelle frasi ad effetto a fine capitolo che ti costringono ad andare avanti. Qui la voglia di proseguire arriva grazie alla naturale fluidità delle parole. "Irresistibile scioglievolezza", come diceva quello. Chapeau, difficilmente si sarebbe potuto fare meglio.

In conclusione, abbiamo un punteggio quasi pieno: quattro su cinque. Sono stata contentissima di aver affrontato questa lettura, è un libro che mi ha arricchito e che probabilmente rientrerà nei libri migliori del 2018.

venerdì 16 febbraio 2018

SEGNALAZIONE | Février Rouge - evento gratuito


Mancano pochi giorni a un evento unico nel suo genere in Italia: il Février Rouge, che quest'anno giunge alla sua seconda edizione.
Di cosa si tratta? È una convention di due giorni che avrà come argomento il Romance in tutte le sue declinazioni: dallo storico al contemporaneo, dall'erotico al romantico, dal dark all'M/M, per arrivare anche al fantasy. Parteciperanno numerosi autori e autrici italiani, che pubblicano sia con case editrici che in self publishing.
Grazie al patrocinio del Comune di Sissa Trecasali, l'evento è gratuito, quindi accorrete numerosi! Vi aspettiamo Sabato 17 e Domenica 18 Febbraio presso la sala Civica di Trecasali. Il programma inizia alle 14.30 del sabato ed è molto inteso. Scorrete in basse per scoprire in cosa consisterà.


Se amate il Romance, 
non potete per nessuna ragione perdere questo evento.
Vi aspettiamo!

giovedì 15 febbraio 2018

SEGNALAZIONE | "Questione di feeling" di Ella Gai

Buongiorno lettori! Come è andato il vostro San Valentino? Se per caso aveste voglia di perpetuare l'atmosfera amorosa di questa giornata, vi segnalo un romanzo uscito proprio ieri: Questione di feeling di Ella Gai. Ecco i dati e una breve biografia dell'autrice:

Questione di feeling
di Ella Gai
Ed: Selfpublishing - 240 pagine
Ebook: 2.99 euro (gratis con Kindle Unlimited)


E se anche tu dovessi rivivere l’orrore di rivedere tutti i tuoi ex compagni classe? Come reagiresti se dopo aver chiuso per sempre con tanto odio il capitolo scuola ti arrivasse una lettera dal liceo Manzoni che ti chiede di partecipare a un'esclusiva crociera nel Mediterraneo con tutti, ma proprio tutti i tuoi ex compagni di scuola? Guarda la tua faccia allo specchio e poi immagina quella di Valeria Guidi, la protagonista di questa storia. Dall'età di cinque anni Valeria Guidi sa già tutto sull'amore e sull'intricato sistema che muove l'universo femminile verso quello maschile. Sa che gli uomini prima li odi e poi li ami. Sa che le favole non esistono, che la storia due cuori e una capanna è ormai superata. Ma sa, soprattutto, che se con un uomo non c'è feeling fin da subito non lo si potrà mai amare. Valeria Guidi sa tante cose, ma non sa che la lettera inviatale dal liceo le sconvolgerà la vita. Dieci anni di psicoterapia di gruppo per uscire dalla sindrome della pecora, come l'avevano soprannominata i suoi ex compagni di classe. Cinque anni di scherzi pestiferi a cui sopravvivere. Oltre venticinque anni di amore non corrisposto verso Mattia Ferretti, il bello della scuola, e altrettanti anni per odiare il capobranco Lorenzo Falcone. A trent'anni da poco superati Valeria Guidi ha chiuso con il suo passato. È decisa in tutti i modi a non partecipare alla crociera... Fino a quando il suo capo non la mette alle strette con il lavoro, obbligandola a posticipare le ferie a data da definirsi. Brigida, la sua migliore amica, la incita. E sua madre, nobildonna nellanimo, ma egoista dalla testa fino ai piedi, fissata per le pattine e per la pulizia, vede in lei solo un errore di concepimento e la snobba come se fosse un'estranea. Valeria vuole rinunciare, ma l'idea di dimostrare a tutti i suoi ex compagni di classe come sia diventata oggi, bella e piena di personalità, è più forte di qualunque sua reticenza. E poi... quale migliore occasione per conquistare Mattia Ferretti che ama segretamente dalle elementari? E quale migliore occasione per avere vendetta sull'unico essere che abbia mai detestato dall'età di cinque anni: Lorenzo Falcone? Valeria si ritroverà catapultata a quando aveva sedici anni. Quando tutti la vedevano come la brutta della classe e desiderava con tutta se stessa non esserlo. Siete pronte a tornare a scuola? Dall'autrice di Qualcosa di più una divertente commedia sull'amore e sugli equivoci. Dopotutto, l'amore è solo una questione di feeling.
Ella Gai è lo pseudonimo di una giovane regista e documentarista che vive a Roma. Il suo sito, www.ellagai.com, è tra i blog più seguiti di libri romance e lifestyle. Tra i suoi libri ci sono la duologia Verità e Rispetto, Ho Bisogno di Amarti e Qualcosa di più.
Potete trovarla su:
Facebook: EllaGai
Instagram: @ellagaiautrice
Goodreads: Ella Gai